15 dicembre 2009

Marmellata di arance



Non potevo non dedicare un post alla regina dell'inverno: l'arancia! Sarà il suo colore, sarà quel profumo inebriante, sarà la sua forma sferica... come la perfezione fatta frutto... io non riesco a resistere al suo richiamo. Ultimamente mi attrae la marmellata, ne sto facendo di tutti i gusti, ultimamente conservo per ritrovare. Conservo per ricordare l'emozione che provo davanti ad un colore, davanti ad un profumo, davanti ad un'idea. In quel lampo realizzo l'alchimia degli ingredienti che si abbracciano, che si sposano, che si trasformano per diventare altro. Con loro mi trasformo anche io. Con gli ingredienti e con la cucina, a fuoco lento, al forno, nella pentola, col mixer, con tutti gli attrezzi che necessitano nel determinato lavoro, io cresco e mi trasformo. Divengo altro da me. Divento una persona migliore perchè mi sembra di poter trasformare le pietre in oro con la sola forza della determinazione.

Alla forza di cambiare, una marmellata che racchiude il colore dell'energia in mutamento.

Marmellata di arance

500 gr di arance (già sbucciate e pelate a vivo)
1 limone (già sbucciato e pelato a vivo)
350 gr di zucchero
1 carota
60 gr di scorza di arancia e limone (solo la parte colorata, senza la parte bianca che è amara)

Taglia a pezzetti le arance e il limone pelati a vivo, (togli i semi eventuali, aggiungi lo zucchero, la carota pulita a pezzetti e le scorzette. Frulla il tutto in un mixer e versa in una casseruola con doppio fondo. Fai cuocere per circa mezz'ora e se la consistenza non ti piace, prosegui per altri 10 minuti. Versa nei barattoli sterilizzati e chiudi ermeticamente.
Conserva in frigo una volta aperta.