19 settembre 2010

HUMMUS DI BARBABIETOLE



Mi piace vivere in cucina, quando sono in casa. C'è tutto quello di cui ho bisogno: un angolo cottura, il frigo, il forno, una miriade di utensili (più o meno utili, ma comunque tutti lavorano per me),  l'isola con gli sgabelli per sfogliare qualche rivista, un divanetto (ormai occupato dai giochi di Viola) una biblioteca molto fornita di libri di cucina che leggo volentieri seduta al tavolo, mentre Viola disegna e canta. Quest'estate per rinnovare un po' l'ambiente ho sfruttato l'immenso balcone collegato proprio alla cucina. Ho allestito un angolo con un piccolo tavolo, un grande tappeto verde a fare da prato, le sedie, tante candele, e tante, tantissime piante di tutti i tipi quasi a creare un giardino pensile sul palazzo. Passavamo moltissimo tempo al rientro dal mare su quel tappeto. Oggi è giunto il giorno di metterlo in soffitta e di disallestire il piccolo paradiso. Ho avuto occasione di pensare, mentre mettevo via le cose, al momento che preferivo di più durante quelle giornate: guardare il tramonto con Viola. Non mi è mai piaciuto il tramonto, associavo quel momento ad un pensiero malinconico, quasi triste, al fatto di dover tonare a casa perchè era scaduto il tempo di giocare per strada... eppure rivivere con lei il saluto al sole facendo yoga sul tappeto e ammirando quelle lingue di fuoco che incendiavano il cielo, prima di dare posto alle stelle e alla luce delle nostre candele... è stato terapeutico!
Ho voluto rivivere quell'intenso colore rosa che tanto ci ha affascinate con uno sfizioso hummus di barbabietole che ha stupito anche il mio palato. Provatelo!


HUMMUS DI BARBABIETOLE

4 barbabietole precotte
5 cucchiai di succo di limone
1 spicchio di aglio
mezzo cucchiaino di sale
2 cucchiai di tahin (crema di sesamo che potete anche fare in casa come me)*

Sbucciate le barbabietole e tagliatele a cubetti, irroratele con il succo di limone e frullate tutto aggiungendo il sale e l'aglio con un frullatore. Unite la crema di sesamo e amalgamate per bene. Servite in ciotoline o a forma di quenelle (come ho fatto io in foto) decorando, se li avete, con semi di sesamo e riduzione di aceto balsamico.

* Per fare la tahin in casa: Tosta 150 gr di semi di sesamo e falli raffreddare (se li compri già tostati salta questo passaggio), mettili in un frullatore e inizia a triturare, pian piano aggiungi 100 gr di olio di semi (io uso quello di mais) ed ecco una deliziosa salsa tahin pronta che potrai utilizzare in mille modi, e che si conserva in frigo per almeno un mese.

8 commenti:

  1. con la pioggia di oggi i ricordi dell'estate sono ancora più nostalgici.......... bellissimo il colore delle barbabietole, ricordano il rosso di sera......
    ti ho mandato un'e-mail!
    baci

    RispondiElimina
  2. tesoro, mi incuriosisce questo gusto, dovrò provarla, ma sono pigra. il sesamo lo adoro e ho un'amica che spesso mi preparava il sale con il sesamo, ha un nome particolare, ma ora mi sfugge.ha un tempo lungo di preparazione, appoggiato alle gambe, si scalda e si sminuzza piano piano... ecco ho ripensato a lei e a quanto la sentivo vicina mentre mangiavo le mie insalate condite con quel sesamo e il gusto passato per le sue mani. stasera la chiamo. grazie.

    RispondiElimina
  3. .vivo alba e tramonto con la stessa emozione e con la stessa emozione vivo i tuoi post.
    ti abbraccio forte.
    roberta

    RispondiElimina
  4. Io della barbabietola adoro solo il colore, ma leggerti è sempre un piacere. Sapessi che tristezza riporre gli asciugamani e sperare la mattina che il cielo non sia gonfio di pioggia!

    RispondiElimina
  5. Questo hummus mette subito il buonumore!Ha un colore fantastco e poi adoro le barbabietole!!

    RispondiElimina
  6. ciao cara,
    domani ho un buco dalle 12 all'una, magari passo a trovarti.
    banalmente non ritrovo la tua mail e ti messaggio qui. spero che tu legga.
    baci
    matilda

    RispondiElimina
  7. Eh, si, si devono mettere via le cose dell'estate e cominciare una nuova stagione con ottimismo. Io adoro i tramonti, anche Viola si ricorderà da grande di averli visti insieme alla sua mamma....
    Grazie della ricetta, m'ispira molto.
    Ad ottobre verrò a Pe con Anna al solito ortodinzista. Chissà se riusciremo a combinare un breve incontro?

    Un abbraccio. :)

    RispondiElimina
  8. Ho preso nota di questo hummus che mi sembra superdelizioso sia dalla foto stupenda che dagli ingredienti che conosco bene e lo faro' al piu' presto. Il tuo post e' altrettanto delizioso per come racconti e per quello che dici. Grazie!

    RispondiElimina

Spazio per i vostri pensieri