31 maggio 2011

Marmellata di ciliegie e cannella e... un nuovo design!


Nell'ultimo post vi avevo anticipato questo cambiamento... che ve ne pare? E' un capolavoro, soprattutto il logo, non trovate che si addica perfettamente al mio pensiero e alla filosofia di questo blog? Devo dire grazie ai Roberti [Roberta+Roberto] perchè hanno reso possibile un sogno, quello di dare a Cucinalkemika una "casa" più comoda e un aspetto più fresco! La nostra amicizia, nata via web, mi ha arricchita sotto ogni punto di vista e sapere che questo è solo l'inizio di un lungo percorso collaborativo mi fa fremere...

Perchè questa novità il 31 maggio? Oggi esce in tutte le edicole di Roma e Milano il trimestrale Milleidee, (e da domani in tutte le altre città d'Italia) e pensate un po'... c'è un lunghissimo servizio dedicato ad un lavoro realizzato da tre BLOGGER ABRUZZESI! Le tre blogger siamo io, la vulcanica Roberta e l'origamista Barbara alle prese con la realizzazione di una bomboniera a 6 mani! Lavorare insieme è stato davvero incantevole, scoprire le capacità di ciascuna e poterle applicare ad un unico prodotto mi ha dato molta soddisfazione.
Nel servizio, legate alla bomboniera troverete due mie ricette con la regina delle spezie, lo zafferano!

Proprio per inaugurare il mio nuovo design, questo spazio bianco pieno di luce, vorrei  donarvi un pdf che contiene 7 ricette realizzate con lo zafferano, dall'aperitivo al dolce, alcune già sul blog, altre inedite. Il pdf lo ha realizzato lo sta realizzando un mio carissimo amico (solo un po' di giorni e poi sarà pronto!), David, che ringrazio di cuore perchè le sue parole ogni giorno mi danno sempre una grande spinta per andare avanti e fare meglio! Per ricevere il pdf scrivete a: cucinalkemika@gmail.com

Vorrei che questo spazio diventasse anche per voi un giardino dove sostare anche per poco per condividere i miei pensieri e le ricette che ne scaturiscono. Passate a trovarmi,   soffermatevi sulle ricette, commentate se volete le mie parole, insomma usatemi, mangiatemi, proprio come questa marmellata di ciliegie e cannella, che si sposa divinamente con il suo pane al latte e ben si addice ad un momento conviviale!
Prego, accomodatevi, il blog è aperto!

MARMELLATA DI CILIEGIE E CANNELLA

1 kg di ciliegie
100 gr di miele millefiori
100 gr di zucchero semolato
il suco di un limone
un cucchiaino da caffè di cannella in polvere

Mettete in una pentola le ciliegie dopo averle aperte leggermente con il coltello (lasciate il nocciolo). Unite il miele, lo zucchero, la cannella e il succo di limone e lasciate cuocere a fiamma molto bassa. Togliete la schiuma ogni volta che viene a galla. Quando sarà abbastanza densa (circa 1 ora) mettetela su un setaccio (sotto il quale posizionerete una scodella) e togliete i noccioli (non gettateli-leggete sotto) con un cucchiaio. Raccogliete il succo nella scodella e unitelo alla purea rimasta sul setaccio. Invasate ancora calda nei barattoli (io ho riempito 2 da 200 gr).


BIBITA RINFRESCANTE
Raccogliete i noccioli ancora caldi dalla marmellata stesa sul setaccio e tuffateli in un litro di acqua. Lasciate raffreddare, filtrate e unite del ghiaccio e qualche fetta di limone prima di servire.



PANE AL LATTE
1 cubetto di lievito di birra
350 gr di farina manitoba
200 gr di semola rimacinata
300 ml di latte intero
90 ml di olio d'oliva
20 gr di zucchero
10 gr di sale

Sciogliete il cubetto di lievito e lo zucchero nel latte tiepido e unitelo alle farine messe a fontana (oppure usate l'impastatrice). Aggiungete l'olio e cominciate ad impastare. Unite il sale e amalgamate il tutto impastando per circa 10 minuti finchè avrete un impasto sodo ed elastico. Create una palla e lasciate lievitare per un'ora. Riprendete l'impasto e dividetelo in tante palline che metterete in una teglia coperta di carta forno. lasciate lievitare di nuovo per un'ora. Spennellate con tre cucchiai di latte e infornate a 220° per 15 minuti statico.

25 maggio 2011

CIOCCOLATINI ALLA CREMA DI ZAFFERANO



Mi godo gli ultimi giorni "in rosa" qui, su questo spazio che amo come un giardino segreto. Questo colore di fondo del blog che tanto fa parlare, [e mi rendo conto che va contro ogni regola della leggibilità sul web], è la mia impronta. Il rosa è il colore alchemico per eccellenza, celebra quella unione perfetta tra il bianco e il rosso, il maschio e la femmina, sottolinea il matrimonio tra le mie parole e il cibo che ne viene fuori.


Il rosa sono io, me, bu, cucinalkemika.


Ma come in una casa reale è bello rinfrescare le pareti, creare inoltre nuovo spazio per gestire tutto quello che nel frattempo è cresciuto: l'esigenza di condivisione. 


Proprio dalla condivisione dei miei progetti, dei miei desideri, con quelli di Roberta e con l'inestimabile supporto tecnico del suo Roberto... io cambio arredamento. 


E adesso che faccio? vi lascio così? Manca solo una settimana e poi... la porta sarà di nuovo aperta a tutti. Ho tante novità da raccontarvi, ho un piccolo regalo "con il nastro giallo zafferano"...


Intanto mi preparo, un bel vestito, buona musica e tanti golosi cioccolatini con la regina delle spezie, proprio come quando gli ospiti arrivano e si intrattengono con un delizioso piccolo assaggio di quello che la padrona di casa ha preparato da offrire/raccontare/condividere. 


CIOCCOLATINI ALLA CREMA DI ZAFFERANO


Ingredienti per circa 20 pezzi:
100 gr di buon cioccolato bianco
100 gr di panna montata
10 gr di burro
un cucchiaio di zucchero a velo
1 bustina (anche due) di zafferano
200 gr di buon cioccolato fondente


Sciogliete a bagnomaria il cioccolato bianco. Amalgamate lo zucchero a velo nel burro ammorbidito riducendolo come una pomata. Amalgamate al cioccolato fuso. Unite infine la panna montata delicatamente. Lasciate rassodare un paio d'ore in frigo.
Sciogliete ora a bagnomaria il cioccolato fondente e con un pennello spennellate le formine dei cioccolatini creando uno strato che farete asciugare in frigo. Dopo dieci minuti spennellate di nuovo per creare lo spessore desiderato dei cioccolatini e rimettete in frigo. Prendete il composto di cioccolato bianco e zafferano e riempite con un cucchiaino i gusci di cioccolato. Fate rapprendere in frigo per 20 minuti. Coprite la base dei cioccolatini togliendo via il cioccolato in eccesso e rimettete in frigo. Mettete nei pirottini al momento di servire (sempre se ci arrivano ai pirottini!)

12 maggio 2011

DOLCI E SALATI CON LE FRAGOLE




Quando mangio le fragole il tempo si ferma. Mi prendo quegli attimi che sembrano eterni per poter sentire il loro profumo riempire il naso e trasferirsi sotto il palato. Le fragole mi regalano tempo per pensare. Se intorno c'è caos, se sono in piedi, indaffarata, se sto seguendo più cose con lo sguardo e con la mente, se voglio allontanarmi senza spostarmi... io ho la mia pozione.

Conosco molti cibi che una volta assaporati mi trasportano indietro nel tempo, mi raccontano storie, bisbigliano mentre cerco di gestirli a dovere, ma le fragole fanno qualcosa di più, mi fanno rallentare.

Voglio vivere lentamente, celebrare la lentezza ogni giorno perchè invece di staccare la spina ho scoperto che è forse questa la tattica migliore per godere di tutto quello che accade durante la giornata, per ottimizzare il tempo senza strafare, per avere continua energia.

Io assaggio e mordo, rallento, rinasco, apro gli occhi e mi sembra di aver vissuto di più, con un cestino di fragole che aspetta ancora il suo turno, ma prego, avanti, io ho tempo.


INSALATA DI FRAGOLE E RUCOLA

E' nata per svuotare il frigo, poi me ne sono innamorata!

Ingredienti:

Fragole
Rucola
Scaglie di Grana Padano
Crema di aceto balsamico
Olio
Sale

Lavate per bene le fragole e la rucola, tagliate entrambe nel modo che più vi piace e mettete in una terrina. Condite con dell'olio emulsionato con sale e crema di aceto balsamico (riduzione di aceto che si acquista già pronta). Spargete delle scaglie di Grana e aggiungete se vi piace dell'altra crema di aceto. (Conditela solo poco prima di servirla) Servite fresca.



MUFFIN SALATI AL CAPRINO E FRAGOLE
Avevo una vecchissima ricetta di muffin con caprino e zucchine ho provato a variare utilizzando le fragole e il risultato è stato ottimo per un antipasto!

Ingredienti: (per 7/8 grandi muffin - o per 24 piccoli)
10 fragole
100 gr di formaggio fresco di capra
150 gr di farina integrale
1 uovo
60 gr di olio d'oliva
80 gr di latte
sale
3 cucchiai di lievito per torte salate

Lavate le fragole, tagliatele a cubetti e fatele scolare. In una terrina ammorbidite il formaggio di capra e scioglietelo allungandolo con il latte freddo; mescolate con l'olio, l'uovo, il sale. Unite i pezzetti di fragole. Aggiungete ora la farina e il lievito e mettete il composto in pirottini di silicone (meglio) o in quelli di carta (non sono contenta della loro cottura con questo tipo di pirottino).
Cuocete per 20-25 minuti a 180°.


BAVARESE DI YOGURT E FRAGOLE
Ormai faccio lo yogurt in casa, quei vasetti di vetro in frigo mi chiamano, sanno darmi molto più di una semplice colazione e o uno spezzafame, li ho messi alla prova!

Ingredienti (per due porzioni - 2 formine)

150 gr di yogurt bianco
3 cucchiai colmi di ricotta di mucca
3 cucchiai di latte
2 fogli di colla di pesce
4 fragole
(non ho usato zucchero, ma se vi piace potreste sciogliere un po' di miele nello yogurt prima di usarlo)

Mettete i fogli di colla di pesce in un po' di acqua fredda e lasciateli ammorbidire. Intanto passate in un passino la ricotta per farla diventare cremosa. Ora amalgamate la ricotta nello yogurt mescolando bene. Scaldate il latte e fate sciogliere (anche sul fuoco molto basso) i fogli di gelatina che avete tolto dall'acqua e avete strizzato (l'acqua va gettata). Fate raffreddare e unite al composto.
Lavate le fragole e affettatele. Mettete le fettine sulle pareti delle vostre formine e poi riempite le formine del composto di yogurt e ricotta. lasciate in frigo a rassodare per 3 o più ore.
Servite con della salsa di fragole.


GELATO ALLE FRAGOLE

Volevo prepararmi una granita, ma mi sono addormentata!

Ingredienti (per 6 persone)
200 ml di acqua
100 gr di zucchero
il succo di un limone
400 gr di fragole

Lavate le fragole. Fate bollire l'acqua con lo zucchero e il succo di limone. Versate nel mixer e unite le fragole lavate e tagliate a pezzi, frullate. Mettete il composto in un recipiente basso e rettangolare (le teglie di alluminio sono ok!). Ora da procedura dovreste nell'arco di 4 o 5 ore girare ogni ora il composto e poi raccogliere la granita e servirla (è di un colore rosso fuoco).

Ma... era molto tardi, mi sono addormentata! Il giorno dopo avevo un mattone di ghiaccio rosso. L'ho tagliato a cubi e l'ho messo nel frullatore per pochissimo, il tempo di amalgamare il tutto.
Si raccoglieva come un gelato! (so di non aver inventato nulla, semmai non ho buttato!)



TAGLIATELLE DI CREPES E FRAGOLE
Ho fatto le crepes domenica, ma ne sono avanzate un po'...

Ingredienti (per 7 crepes) - 2 piccole porzioni

1 uovo
60 gr di farina
1 noce di burro fuso
125 ml di latte
1 cucchiaio scarso di zucchero

Stemperate la farina con il latte a filo, unite l'uovo, lo zucchero, il burro fuso mescolando con la frusta.
lasciate riposare almeno 30 minuti. Cuocete le crepes.
Arrotolatele come per fare dei cannoli e tagliatele formando tanti rotolini che srotolerete formando le finte tagliatelle. Ripassatele in padella con un po' di burro per insaporirle.
A parte frullate delle fragole con un po' di miele e un paio di cucchiai di vino bianco. mettete sul fuoco e fate stringere poco tempo. Versate sulle tagliatelle.